APRIRE UNA PARTITA IVA

da | Dic 24, 2018

APRIRE PARTITA IVA

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER PARTIRE CON UNA MARCIA IN PIU’!

Tutti almeno una volta nella vita, hanno pensato di aprire una Partita IVA, anche se spesso non è chiaro il significato di espressioni quali “mettersi in proprio“, “avviare una attività autonoma“, “aprire una Partita IVA” o “diventare un imprenditore“.

Tre sono le domande che ci vengono poste da chi si accinge ad aprire Partita IVA, ecco le principali:

Partita IVA si o no?

Posso emettere una ricevuta per prestazione occasionale oppure sono tenuto ad aprire Partita IVA?

Libero professionista o ditta individuale?

La mia attività entra nella sfere delle ditta individuali o delle libere professioni?

partire IVA o SRL?

Meglio una Partita IVA o una SRL?

Quali sono i vantaggi di una SRL e i costi?

Trattasi di questioni cruciali…..infatti, dalle risposte a queste domande e da eventuali errori compiuti in questa fase, dipende il successod el tuo futuro business.

In particolare, la scelta la ditta individuale e libero professionsita assume una rilevanza cruciale da diversi punti di vista:

Fondamentale, per esempio, per stabilire se, oltre all’apertura della Partita IVA, occorre anche l’iscrizione al Registro delle Imprese.

E’, infatti’ diversa la disciplina applicabile sulla base del regime scelto (ad esempio regime forfettario, regime fiscale ordinario e regimi fiscali speciali)

E’ molto importante in quanto un libero professionista senza cassa verrà iscritto alla Gestione Separata INPS, versando in percentuale solo se fattura. Per una Ditta Individuale, invece, essendo iscritta all’INPS Gestione Commercianti, è previsto un contributo sul minimale pari a 3.600,00 euro circa.

FAQ

LIBERO PROFESSIONISTA O DITTA INDIVIDUALE?

Capire la forma giuridica più appropriata per il tuo business è fondamentale per inquadrare la tua attività soprattutto dal punto di vista previdenziale per scegliere se iscriversi alla Gestione Commercianti INPS versando i contributi fissi oppure nella Gestione Separata dell’INPS versando i contributi in base al fatturato. 

LAVORARE SENZA APRIRE LA PARTITA IVA E' POSSIBILE?

Spesso ci chiediamo: “Posso emettere fattura senza aprire Partita IVA?” Vediamo quando è necessario aprire la Partita IVA e quando è sufficiente emettere una ricevuta per prestazione occasionale.

LAVORATORE AUTONOMO O DITTA INDIVIDUALE?

A prima impressione tutti penseremmo che sono la stessa cosa. Tuttavia, nella realtà non è così e le differenze sono diverse. Nello specifico, le più grandi sono ritrovabili nella disciplina fiscale e contributiva.

PARTITA IVA AGEVOLATA: IL REGIME FORFETTARIO START-UP!

L’agevolazione di cui si parla tanto, è la possibilità (a determinate condizioni) di godere di un’imposta sostitutiva del 5% per i primi cinque anni di attività invece della normale al 15%. 

REGIME FORFETTARIO: CALCOLO IMPOSTE E CONTRIBUTI 2018

Per molti l’apertura della partita IVA è una scelta obbligata piuttosto che volontaria. Tuttavia, non bisogna essere pessimisti riguardo l’aprire la partita IVA perché certe volte può portare anche  diversi vantaggi.

COSA CONTROLLA IL FISCO SE HAI IL REGIME FORFETTARIO

Con molta frequenza ci contattano contribuenti in regime forfettario che hanno deciso di puntare al risparmio aprendo la loro partita IVA da soli. 

COME UTILIZZARE IL CODICE DESTINATARIO

Data la situazione ci sembra doveroso far un po’ di chiarezza in merito e spiegare cosa è il codice destinatario, dove si trova, come si ottiene e dove va inserito.

FATTURAZIONE ELETTRONICA – LA GUIDA DEFINITIVA

Ormai ci siamo quasi, a meno di stravolgimenti e improbabili proroghe dell’ultimo munito, dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture emesse da titolari di partita IVA potranno essere solo in formato elettronico. 

REGIME FORFETTARIO FLAT-TAX 2019 E LAVORO DIPENDENTE

Negli ultimi giorni camera dei deputati ha approvato il disegno di legge di bilancio riguardante il nuovo regime forfettario flat-tax 2019.

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Ignora

Share This